Nuovo bando per l’assegnazione di contributi ai cittadini per la rimozione di coperture e di altri manufatti contenenti amianto da edifici privati – Regione Lombardia

Nuovo bando per l’assegnazione di contributi ai cittadini per la rimozione di coperture e di altri manufatti contenenti amianto da edifici privati – Regione Lombardia

Purtroppo sul territorio lombardo sono ancora molto diffusi manufatti contenenti amianto. Per questo motivo, Regione Lombardia ha previsto un nuovo incentivo per la rimozione e lo smaltimento di questo tipo di materiali con l’approvazione di un nuovo “Bando per l’assegnazione di contributi ai cittadini per la rimozione di coperture e di altri manufatti contenenti amianto da edifici privati”. Le risorse messe a disposizione sono pari a € 1.000.000,00.

 

Chi può partecipare

Il bando prevede che le domande possano essere presentate, in qualità di potenziali beneficiari del sostegno finanziario, unicamente da privati cittadini (persone fisiche, anche associate nel “Condominio” qualora sia costituito) proprietari di edifici, di qualsiasi destinazione d’uso, situati in Lombardia, nei quali siano presenti manufatti contenenti amianto.

Viene, inoltre, specificato che:

  • Nel caso di più proprietari, compresi soggetti diversi dalle persone fisiche, il contributo potrà essere assegnato soltanto alle persone fisiche, secondo la quota di proprietà.
  • Per ogni edificio potrà essere presentata un’unica istanza.
  • In caso l’edificio risulti appartenere a più proprietari o nel caso di multiproprietà, di proprietà indivise ecc., per l’intervento proposto verrà assegnato un unico contributo.

 

Il contributo previsto

Il bando prevede un contributo pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 15.000.

 

Quali progetti sono finanziabili

Per poter ottenere il finanziamento, il bando richiede che vengano soddisfatte le seguenti condizioni:

  • i manufatti da rimuovere dovranno essere:

– coperture in cemento-amianto;

– altri manufatti in cemento-amianto posti all’interno degli edifici quali, ad esempio, canne fumarie, tubazioni, vasche, ecc.;

– pavimenti in vinyl-amianto;

– manufatti in amianto friabile;

  • i manufatti oggetto dei lavori devono essere stati denunciati, ai sensi dell’art. 6 della l.r. 17/2003, all’ATS competente prima della data di presentazione della domanda di finanziamento;
  • gli interventi dovranno riguardare edifici di qualsiasi destinazione d’uso, di proprietà dei soggetti richiedenti; tali edifici dovranno essere al 100% di proprietà di persone fisiche o, nel caso di proprietari diversi da persone fisiche, sarà ammissibile a contributo soltanto la quota parte ascrivibile alle persone fisiche, sulla base delle quote di proprietà;
  • potranno essere finanziati unicamente progetti i cui lavori saranno iniziati e realizzati dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul BURL del presente bando;
  • potranno essere finanziati unicamente lavori per i quali non sia stato ottenuto altro finanziamento pubblico (eventuali agevolazioni fiscali non sono equiparate ad un “finanziamento pubblico” e sono pertanto compatibili, con l’eccezione del caso in cui ai lavori di rimozione e smaltimento sia applicabile la detrazione del 110%, che non è compatibile con il contributo del presente bando);
  • i lavori di rimozione dei manufatti contenenti amianto potranno essere effettuati solamente da parte di Ditte iscritte alla categoria 10 dell’Albo Gestori ambientali, il trasporto degli stessi per lo smaltimento finale in impianti autorizzati, da parte di Ditte iscritte alla categoria 5;
  • gli interventi verranno realizzati nei comuni lombardi;
  • gli interventi dovranno essere conclusi entro il 15/10/2021.

 

Nel bando viene, inoltre, specificato che le spese ammissibili a finanziamento sono quelle strettamente coerenti con gli obiettivi dell’iniziativa e pertanto riguardano costi direttamente imputabili alle attività di rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto.

 

Quando presentare la domanda

Le domande dovranno essere presentate on-line, attraverso la piattaforma informativa Bandi online di Regione Lombardia, a partire dalle ore 10.00 del giorno 18 gennaio 2021 e fino alle ore 16.00 del giorno 1 marzo 2021.

 

Assegnazione delle risorse

La selezione delle domande avverrà attraverso una procedura valutativa a graduatoria basata su criteri tecnici.

L’elenco degli interventi ammissibili e la relativa graduatoria, comprensiva degli importi dei contributi assegnati, saranno pubblicati sul Bollettino Ufficiale (BURL) e sul sito internet di Regione Lombardia. I soggetti ammessi al finanziamento saranno inoltre avvisati tramite l’applicativo “Bandi Online”.

Il 100% del contributo assegnato verrà erogato tramite provvedimento del Dirigente della U.O. Economia Circolare, Usi della Materia e Bonifiche, successivamente all’esecuzione degli interventi di progetto e una volta acquisita tutta la documentazione richiesta per la rendicontazione.

 

Per tutti i dettagli, il bando completo è reperibile sul sito di Regione Lombardia.

 

Se desideri organizzare il tuo smaltimento, contattaci per un preventivo!



 

 

 

VUOI RICEVERE IN REGALO DELLE PIANTE E AIUTARCI A RENDERE PIÙ VERDE IL NOSTRO TERRITORIO?

PARTECIPA AD ADOTTA UNA PIANTA!